Quando la temperatura scende molto e rapidamente è possibile che i binari e le linee aeree si ghiaccino creando uno strato isolante che complica o addirittura impedisce il passaggio della corrente motrice e quindi provochi il fermo del convoglio ferroviario lungo la linea.

Inoltre, il congelamento dei binari può causare problemi di sicurezza e lo stress termico che ne segue può causare rotture inattese. Le parti più sensibili al ghiacciamento, fondamentali per il corretto funzionamento della linea, sono gli scambi che potrebbero quindi bloccarsi in situazioni climatiche rigide.

Per ovviare al congelamento dei binari, nelle zone soggette a basse temperature invernali, vengono installate delle scaldiglie. La scaldiglia è una resistenza elettrica (PTC) realizzata con cavi autoregolanti posizionata sugli scambi per evitare la formazione di ghiaccio che potrebbe bloccare lo scambio. La verifica del loro funzionamento è impossibile ad occhio nudo ma semplicissima nello spettro dell’infrarosso.

Prodotti in evidenza:

Verifica del funzionamento delle scandiglie tramite termocamera ad infrarossi

La termocamera a infrarossi infatti, è uno strumento che riesce a misurare il calore proveniente da un oggetto e lo mostra sul display con una scala cromatica facilmente interpretabile. Basta puntare la termocamera verso i binari nei punti in cui le scaldiglie sono installate per verificarne il funzionamento.Se la temperatura nella zona interessata è più elevata rispetto a quella del resto del binario allora la scaldiglia sta funzionando, se invece non c’è differenza di temperatura (e quindi di colore) la scaldiglia è disattivata o ha qualche problema di funzionamento.

Immagine termica ed immagine reale delle scaldiglie funzionanti sullo scambio di binari

Controllo delle scandiglie per monitorare e contenere il consumo energetico

Considerando che gli ultimi cambiamenti climatici portano intense nevicate anche su zone in cui solitamente non si verificavano, è importante che le scaldiglie siano installate e correttamente manutenute. E’ fondamentale quindi dotarsi di una termocamera e programmare il controllo periodico della scaldiglie, soprattutto prima del periodo freddo.

Ai fini di monitorare e contenere il consumo energetico è fondamentale controllare che le scaldiglie non solo si accendano ma anche si spengano correttamente. Una scaldiglia infatti consuma approssimativamente come un appartamento in cui tutti gli elettrodomestici e le luci sono accese. In ogni zona della rete ferroviaria ci sono centinaia o anche migliaia di scaldiglie installate, se queste non si spegnessero correttamente, ci sarebbe un consumo energetico non trascurabile con un conseguente inutile inquinamento dell’ambiente.